FIUGGI – Il leader libico Gheddafi “interessato” alle terme. Il sindaco della cittadina ciociara a cena con il colonnello.


01 09 2010

Dopo decenni di bilanci disastrosi e passivi catastrofici si apre per la città di Fiuggi e le sue terme uno spiraglio di “speranza” : il leader libico si dimostra interessato alla città ciociara e alle sue terme. E anche se si tratta delle Terme di Bonifacio VIII, un papa del XIV secolo, anche se le terme sono sempre state care alla tradizione di papi ed artisti come Michelangelo, curato con l’acqua di Fiuggi dal “mal della pietra”, poco importa se non si tratta di Spes cristiana, l’economia non può certo stare a guardare questi insignificanti ed inutili dettagli. In fondo non abbiamo sottilizzato neanche quando abbiamo svenduto la Costa Smeralda e dato il via allo “sviluppo turistico d’elite” del nord Sardegna, anche se magari ora, noi non ne ricaviamo nulla e in gran parte di quei territori non possiamo neanche più accedere (Ma allora dov’era la convenienza della vendita ?). A ben guardare le analogie con il caso Costa Smeralda sono tante : anche Fiuggi è una città tuirstica, se pur  in declino, con una gran quantità di Hotel e strutture ricettive già belle e pronte che però al momento attuale non riescono più a sopravvivere in mancanza di una fattiva strategia di sviluppo turistico del territorio frusinate ed una politica di incentivi alla piccola e media imprenditoria locale del settore. In fondo il leader libico e la sua famiglia non sono nuovi agli investimenti nel nostro territorio, alberghi nel cassinate, discoteche e locali a Roma, azioni nella Fiat,  nella Juventus, primo azionista di Unicredit, ecc. E come corrispettivo ? Non è passato molto tempo dalla triste vicenda degli Italiani cacciati via dalla Libia senza neanche il tempo di far le valigie, praticamente in mutande, Italiani mai risarciti, dimenticati, anche ora che siamo in trattato di amicizia, dimenticati ancora una volta, sia dal governo libico che da quello italiano che si guarda bene dal prendere l’argomento. E cosi tra pittoreschi stuoli di accompagnatrici sottoposte all’ascolto di due ore di lezione di Corano con la speranza di essere riprese ed intervistate dalla tv, (o il sogno di essere portate via dal pittoresco colonnello su uno dei suoi trenta cavalli bianchi, magari con un bel diamante nella mano, chissà), tra un ricatto all’Italia che se non pagherà 5 miuliardi l’anno sarà invasa da un mare nero di migranti africani, tra un affronto alla dignità dei cristiani, tra il rifiuto del colonnello ad un colloquio con il vescovo di Trapani presente agli incontri, e uno “schiaffo” alla dignità femminile vanno avanti gli show e le trattative economiche. Lunedi 30 è stata la volta di una mega cena a cui hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco di Fiuggi appunto ed alcuni suoi amici grandi imprenditori. Non ci resta che attendere il resoconto da parte del sindaco fiuggino, degli interessanti e proficui colloqui.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Cultura, Fatti, Frosinone, Home, News, Turismo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...