Grande partecipazione di pubblico e studiosi alla presentazione del libro sul sarcofago paleocristiano di Boville Ernica – Il segno del Messia. L’enigma svelato –


DSC_0792

Venerdi 30 novembre 2012, nella affollatissima sala della Biblioteca Comunale di Boville Ernica, si è tenuta la presentazione del libro nel quale sono pubblicate nuove ricerche sul tema della Natività e della data della nascita di Cristo, che hanno coinvolto il  Sarcofago Paleocristiano di Boville Ernica ed il cui titolo è “Il Segno del Messia. L’Enigma svelato”.. L’autore del libro, Teodoro Brescia, attraverso lo studio della simbologia sacra, dimostra che ciò che vedevano i Re Magi era un segno atteso e ben preciso che trova risposta nelle immagini del sarcofago di Boville.


L’autore infatti, con l’ausilio di nuove tecniche e software per le verifiche degli allineamenti astronomici, realizzati nei laboratori dell’università di Firenze, confronta le narrazioni evangeliche con i dati astronomici e storici dell’epoca di Cristo, interpretando e decifrando alcuni particolari sul sarcofago di Boville.
La presentazione del libro di Brescia, che ha visto una nutrita partecipazione di pubblico, e al termine ha suscitato un partecipatissimo dibattito ricco di numerose domande da parte dei convenuti, è avvenuta nella Biblioteca di Boville  su iniziativa dell’associazione culturale Xenia e della locale amministrazione civica
Oltre all’autore e alla presidente dell’associazione Xenia, la dottoressa Paola D’Arpino, presente l’assessore comunale Paglia e l’assessore alla cultura della Provincia di Frosinone, Antonio Abbate, insieme a molti rappresentanti del mondo dell’associazionismo locale.
“Veramente un testo molto originale quello di Brescia – ha sottolineato l’assessore Abbate – un testo che utilizza tecniche poco conosciute come l’archeoastronomia, per analizzare elementi del nostro patrimonio storico, come il sarcofago paleocristiano di Boville, legandolo ai fatti della storia universale, come la vicenda umana di Cristo.
Per questo motivo voglio complimentarmi con Teodoro Brescia, ma ancor di più voglio rivolgere il mio elogio all’architetto Paola D’Arpino per l’ottima iniziativa realizzata, così come alla locale amministrazione che l’ha sostenuta.
L’architetto Paola D’Arpino nel salutare e ringraziare tutti coloro che hanno preso parte alla presentazione aggiunge  “L’affluenza ha superato tutte le nostre migliori aspettative e mi  spiace per tutte le persone che pur arrivando puntualmente  hanno trovato  la sala già piena e  non sono riuscite ad entrare, ma i reportage fotografici della serata  dimostrano che l’ambiente migliore per un libro è sempre la sua “casa” ovvero la biblioteca, a maggior ragione quando è cosi bella, curata e tecnologicamente attrezzata per questi eventi. Quando il dottor Brescia mi ha contattato mesi fa per coinvolgermi nel suo lavoro di ricerca, non avrei mai immaginato un cosi grande interesse da parte di tutti e questo costituisce la più grande delle gratificazioni per me, per il lavoro svolto e per il nostro territorio, ricco di  meraviglie pronte ad essere svelate per coloro che sanno vederne ed apprezzarne il valore e la bellezza”

mm

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Arte, Cultura, Fatti, Frosinone, Home, Musei della provincia, News, Storia, Turismo, Urbanistica ed Architettura e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...