Si è svolto il convegno organizzato da Xenia ed Enti patrocinanti “La decifrazione del Sarcofago di Boville Ernica. Gli ultimi risultati della ricerca”


bDa sin.  l’arch.  Paola D’Arpino presidente dell’associazione Xenia, il presidente della provincia avv. Antonio Pompeo, l’ispettore alla Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell’Etruria meridionale dott. Alessandro Betori, l’astrofisico dell’università di Firenze prof. Emanuele Pace, il dott. Teodoro Brescia, il conservatore del Museo di Aquino dott.ssa Elisa Canetri.

Si è svolto, venerdì 22 maggio 2015, presso il salone dell’Amministrazione provinciale di Frosinone, il convegno “La decifrazione del Sarcofago di Boville Ernica. Gli ultimi risultati della ricerca”. Organizzato dall’Associazione Xenia con il patrocinio di Provincia di Frosinone, Consiglio Regionale del Lazio, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Osservatorio Polifunzionale del Chianti, Unione Astrofili Italiani, Osservatorio Astronomico di Campocatino, Comune di Boville Ernica, Museo di Aquino, Academia di Storia dell’Arte Sanitaria, Sistema Bilbiotecario Valle del Sacco.

Tra gli ascoltatori presenti in sala anche  Il Prefetto di Frosinone dott.ssa Emilia Zarrilli, il Questore di Frosinone dott. Filippo Santarelli, il Comandante provinciale dei Carabinieri dott. Giuseppe Tuccio.  L’esposizione del relatore è stata preceduta dalla relazione introduttiva della dott.ssa D’Arpino presidente dell’associazione Xenia che ha ricordato ai presenti che “Gli obiettivi principali e statutari dell’associazione Xenia sono quelli della valorizzazione e promozione della Cultura, Archeologia, Arte, Paesaggio, Storia, Tradizioni della nostra bellissima provincia di Frosinone. L’associazione è stata fondata nel 2000 e allora era una associazione Rosa, le fondatrici erano 5 intraprendenti donne, tutte di questa terra Ciociara….oggi l’associazione ha l’apporto e la partecipazione anche di tanti uomini, giovani ed anche giovanissimi, perchè riteniamo che la consapevolezza della preziosità del nostro territorio derivi soprattutto dalla conoscenza e la conoscenza deve necessariamente iniziare da piccoli. Infatti tra le tante nostre attività che negli anni sono state svolte, abbiamo fatto cicli di workshop nelle scuole di vario ordine e grado, escursioni didattiche nelle nostre cittadine, realizzazione di depliants e video, pagine e siti internet, itinerari vari che proponiamo ad agenzie di tutta Italia, promozione di eventi e tanto altro… E’ per questo che abbiamo scelto di promuovere gli studi del Dott. Brescia sul sarcofago paleocristiano di Boville Ernica, uno dei gioielli più belli della cittadina oltre il Mosaico dell’Angelo di Giotto e l’ ancora poco conosciuto ma splendido Museo Civico ex Chiesa di S. Francesco” Dopo l’intervento della dott.ssa Paola D’Arpino che ha anche annunciato nuove imminenti iniziative di Xenia, interessanti ed importanti, sono seguiti i saluti del presidente della provincia avv. Antonio Pompeo, dell’ispettore alla Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell’Etruria meridionale dott. Alessandro Betori, del Sindaco di Boville Ernica dott. Piero Fabrizi, dell’astrofisico dell’università di Firenze prof. Emanuele Pace.

dInteressantissima la relazione del conservatore del Museo di Aquino dott.ssa Elisa Canetri che da anni studia con estremo rigore scientifico e tecnico il sarcofago paleocristiano di Boville Ernica, studi iniziati con la sua Tesi di Laurea e continuati con passione e tenacia. La dott.ssa Canetri ha mostrato e spiegato dettagli del sarcofago finora sconosciuti che sfuggono ad una semplice osservazione ma che invece rivelano una molteplice ricchezza di segni e simbologie nel bassorilievo del fronte del sarcofago. Particolarmente coinvolgente poi l’esposizione degli studi e delle teorie interpretative del  dott. Teodoro Brescia, autore dei libri “La stella dei magi e il sarcofago decifrato” e “Il segno del Messia. L’enigma svelato” pubblicati dalla Nexus Edizioni, rispettivamente nel 2013 e nel 2012. Le ricerche del dott. Brescia mettono in relazione alcuni dei segni e soprattutto dei fori presenti nel bassorilievo del fronte del sarcofago, con le costellazioni ed in particolare con il doppio trigono simmetrico dell’anno del concepimento di Gesù Cristo, ricostruendo una mappa ben dettagliata e documentata da numerosi riscontri.

DSC_8902

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Cultura, Fatti, Frosinone, Home, mostre, Musei della provincia, Turismo e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...